Mi rendo conto che, chi ha intenzione di rivolgersi ad un investigatore privato per scoprire il tradimento del proprio partner, o l’infedeltà coniugale, spesso deve affrontare diverse paure che il più delle volte lo scoraggiano dall’intraprendere questa iniziativa.

Ma, quali sono le preoccupazioni che assalgono il cliente?

  1. Sicuramente, al primo posto c’è il timore che il proprio compagno possa accorgersi delle attività investigative poste in essere, appunto, dall’investigatore privato.

La paura è per l’essere umano un’emozione primaria che lo mette in guardia da possibili pericoli, ma in questo caso è bene considerare che l’investigatore privato è un professionista che non ha alcuna intenzione di essere scoperto dalla persona che sta attenzionando con le sue indagini.

Essere scoperti significherebbe affrontare una serie di pericoli legali e non solo; l’indagato potrebbe denunciarlo per molestie o stalking o peggio ancora, affrontarlo fisicamente per aggredirlo.

Personalmente, nelle mie indagini seguo un protocollo di sicurezza ben collaudato che prevede ad esempio:

  • il cambio dei mezzi e dei collaboratori che nell’arco della giornata svolgono lo stesso servizio;
  • utilizzo dei localizzatori trakers che attraverso il segnale GPS ci permettono di pedinare a distanza e nella massima discrezione le autovetture interessate alle indagini;
  • l’impiego di investigatori privati professionisti capaci di riconoscere ed affrontare ogni sospetto o comportamento ambiguo messo in atto dalla persona investigata.

Quando si svolge un’indagine bisogna sempre essere consapevoli che nessuno dovrà notare le nostre attività, quindi cerchiamo di essere poco visibili, di appostarci in luoghi lontani da occhi indiscreti e di notare ogni piccolo mutamento logistico che possa in qualche modo interessare gli appostamenti e pedinamenti.

  1. Al secondo posto troviamo indubbiamente le così dette (Consentitemi questa licenza poetica) “seghe mentali”, ovvero la preoccupazione paranoica che qualcosa di terribile potrebbe accadere durante le investigazioni.

Fa parte del mio ruolo. Cerco sempre di aiutare i miei clienti a superare questa fase di pre-indagini, facendo leva sul fatto che farsi le seghe mentali non serve davvero a niente e non significa preoccuparsi ma semplicemente vivere in una situazione di vera angoscia.

Quando ricevo un incarico spetta a me preoccuparmi di ciò che potrebbe accadere durante un’investigazione, e fin’ora ho sempre risolto con successo ogni tipo di inconveniente che mi è capitato.

  1. Al terzo posto ci sono le persone che manifestano la lora paura sopravvalutando le capacità del proprio partner.

Mi capita spessissimo di sentire frasi del tipo:

  • mio marito è troppo attento ed è in grado di osservare e ricordare i volti delle persone;
  • il mio compagno mi ha detto: “dai, fammi seguire”! Di sicuro se ne accorgerà e poi mi lascierà;
  • mio marito mi controlla, sa come funzionano le investigazioni ed è in grado di scoprire la presenza di qualsiasi investigatore privato.

Queste affermazione mi fanno sorridere perché ogni qualvolta che ho affrontato un’indagine con queste premesse ho sempre ottenuto ottimi successi e dimostrato al cliente che il proprio partner non era poi così furbo.

Per quanto le persone indagate possano essere vigili e guardinghe, ci sarà sempre qualcuno più audace ed attento di loro che attenderà il momento giusto per approfittare di un loro errore, guadagnandone un vantaggio.

Con questo articolo non voglio assolutamente convincerti che le investigazioni private siano prive di rischi, ma sicuramente la preparazione, la professionalità e le tecnologie che supportano l’investigatore privato, aiutano moltissimo a ridurre drasticamente il rischio di essere scoperti.

Se vuoi risolvere un problema che ti affligge non hai molte scelte, devi agire o scegliere di convivere con l’angoscia dei sospetti – io ti consiglio di metterti in gioco, valutando anche l’ipotesi di affidarti ad un bravo investigatore privato che sia in grado di darti le risposte che stai cercando.

Se hai bisogno di una consulenza investigativa o più semplicemente di un valido consiglio, contattami liberamente al 3663839069, valuteremo insieme se, e come posso aiutarti.