Infedeltà professionale ed assenteismo

Indagini aziendali

 

CONSULENZA SPECIALIZZATA

Il mio lavoro comincia con una consulenza specializzata rivolta al cliente che necessita realmente di un aiuto concreto.

In un colloquio riservato e non impegnativo, avrò modo di esaminare tutti gli aspetti legali e tecnici che il tuo caso presenta, valutando l’eventuale fattibilità e la strategia investigativa migliore per ragiungere lo scopo.

Parlando con me, riceverai validi consigli ed un preventivo dettagliato comprensivo di costi, tempi e modalità di esecuzione.

 

COME RAGGIUNGERMI


Come raggiungermi

Le indagini su infedeltà professionale ed assenteismo sono uno strumento utile per quel datore di lavoro che sospetta della fedeltà di uno o più membri interni o esterni alla sua azienda, e più in particolare, timoroso che un loro dipendente, socio o collaboratore possa mettere in atto, a sua insaputa, comportamenti scorretti nei confronti della sua stessa azienda. Il solo sospetto e l’impossibilità di dimostrarlo non rendono possibile prendere alcun tipo di provvedimento al fine di limitare i danni attraverso ad esempio un eventuale licenziamento.

Ricorrendo alle investigazioni aziendali   il datore di lavoro ha la possibilità di comprendere quali e quante siano le criticità riguardanti la sua attività imprenditoriale e comprovare tutti gli illeciti che potrebbero ad esempio determinare un eventuale licenziamento per giusta causa del dipendente infedele o una condanna per appropriazione indebita del socio infido, e tutto ciò, grazie alle prove inconfutabili prodotte da questo attività investigativa.

Tra i comportamenti di infedeltà professionale più ricorrenti posso indicare:
• L’utilizzo di certificati medici fasulli che attestano l’inidoneità lavorativa e che in realtà danno la possibilità al dipendente infedele di assentarsi dal proprio posto di lavoro al  fine di poter svolgere attività private, ludiche o lavorative ;
• L’Abuso del congedo straordinario previsto dalla legge 104 del 1992 art.3 comma 1;
• L’assenza fine a se stessa, ovvero quando il dipendente semplicemente si assenta dal proprio posto di lavoro con false giustificazioni e continuando a gravare sui costi d’impresa;
• Il doppio lavoro presso aziende concorrenti;
• La fuga di notizie ed informazioni riservate, vendute a buon prezzo alla concorrenza;
• Lo spionaggio ed il sabotaggio industriale;

In qualità di investigatore privato, per esperienza professionale, ho imparato come nell’ambito aziendale il tradimento sia una pratica molto diffusa. Tradiscono operai, assistenti e segretarie – Tradiscono ricercatori e tecnici, assistenti e fornitori, collaboratori, persone fidate e concorrenti. Più in alto alla vetta di controllo, ci sono dirigenti, amministratori delegati e direttori generali, infedeli. Tutti potenziali traditori che danneggiano in maniera esponenziale il patrimonio aziendale, vanificando gli sforzi imprenditoriali del datore di lavoro.

Svolgere accertamenti finalizzati a comprendere chi, come e perché si stia adoperando in comportamenti scorretti a danno dell’azienda e di fondamentale importanza per difendere il business e il patrimonio dell’impresa.

Le indagini in ambito aziendale devono essere considerate un metodo di massima deterrenza e contrasto agli illeciti amministrativi, contrattuali e lavorativi; un modo di agire e un diritto del datore di lavoro il quale è legittimato a verificare, controllare ed accertare circa l’operato dei propei dipendenti e soci, attraverso l’esclusivo utilizzo di investigatori privati autorizzati

 

Un esempio di indagine sull’infedeltà professionale

Il sig. XXX, titolare di una ditta farmaceutica, mi incaricò di svolgere accertamenti per un infedeltà lavorativa nei confronti del proprio dipendente.

Il cliente riferiva come il proprio dipendente fosse solito utilizzare il congedo per malattia ogni mese e per periodi consecutivi superiori a due settimane, da cui, il fondato sospetto che lo stesso potesse svolgere una seconda attività lavorativa.

Non appena mi fu comunicata la data della malattia, mi adoperai per localizzare con un dispositivo GPS l’autovettura del dipendente oggetto delle mie verifiche e pianificare con i miei collaboratori un attività di osservazione statica e dinamica che iniziasse la mattina presto e terminasse la sera tardi.

Il primo giorno di attività fu decisivo, alle ore 09:30 l’uomo si allontanò di casa alla guida della propria autovettura per andare a fare la spesa presso un supermercato situato a circa mezz’ora dal proprio domicilio, poi rincasò.

Solamente molto più tardi, alle ore 22:00 quando ormai le nostre speranze di rilevare qualcosa di concreto erano svanite, l’uomo si allontanò dalla propria abitazione per recarsi presso una discoteca che si trovava nelle vicinanze del centro storico.

Raggiunsi i miei collaboratori e anch’io entrai all’interno della discoteca. Dopo aver attentamente esaminato il locale fui sorpreso nel trovare il dipendente in congedo per malattia dietro al bancone del bar intento a preparare cocktail e drink.

Il nostro servizio termino cinque ore più tardi quando, ormai all’alba, l’uomo sottoposto alle nostre verifiche usci dalla discoteca per rincasare presso la propria abitazione.

Nei giorni seguenti la nostra attività investigativa proseguì con lo scopo di documentare attraverso foto e video l’attività lavorativa svolta dall’indagato.

Al termine delle nostre investigazioni furono prodotte nelle opportune sedi, elementi probatori che consentirono il licenziamento del lavoratore per giusta causa.

Scrivimi, ti risponderò il più presto possibile!

Ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 recante il Codice in materia di protezione dei dati personali e del regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo (GDPR) i dati inviati con questo modulo saranno utilizzati solo per rispondere alla email e non saranno archiviati nè diffusi. Spuntando questa casella acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Contattami direttamente al numero verde 800 903710 oppure al 347 9495598

 

Seguimi anche su s_i_facebooks_i_youtubes_i_twitter

Infedeltà professionale ed assenteismo
4.6 (91.11%) 9 votes