weg

A: L’amore nun conta

B: Ma che stai a di?

A: A me questi che tanto dicheno che senza amore è tutto in bianco e nero me fanno proprio ride

B: E dìmme, che conta?

A: Conta de fa ‘n lavoro che te piace, de potesse permette quarche sfizio, de potesse svejà la matina e avecce n’armistizio che quà è tutta na guera…
L’amore è solo n’vizio

B: A me me pari matto! Te sei mai innamorato?

A: Bho…magari si, pò esse
Ma è n’vizio superato, a me l’amore nun me serve
Er core l”ho svotato

B: È dentro che c’hai messo?

A: Ma nun c’ho messo niente! Sia mai che poi me tocca annammelo a riprenne in mezzo alla segatura de quarche fregatura

B: E nun te manca mai quer tocco, quer calore? Nun senti mai er bisogno d’avecce n’friccicore?

A: E certo che me manca, ma a vorte, mica sempre?!
E poi basta aspettà n’attimo che er core subito se ne pente

B: E dimme amico mio: che d’è sto pentimento?

A: Me pento d’esse stato vicino a n’sentimento
Me la so vista brutta e poteva cambià tutto
Ma quella m’ha creduto quanno jo detto “È tutto.” E nun s’è più girata…m’ha dato na sarvata!

B: A me nun me convinci, c’hai l’occhi troppo tristi

A: Ao! Lassame perde! L’amore n’conta niente.

B: E si poi quella torna? Se te se vie a riprenne?

A: Nun torna, stanne certo, jo fatto na ferita co tutto er core aperto
E adesso famme annà sinnò divento triste e me devo ricordà che

l’amore
Nun…Esiste!

Il testo di questo brano, scritto in dialetto romano dalla bravissima Claudia Scarpati, mi fa venire in mente le parole di molti, troppi clienti ai quali nelle veste di investigatore privato ho dovuto consegnare le prove del famigerato tradimento e che feriti nell’orgoglio e nell’anima dall’inganno, e quindi dal gesto consapevole e tal volta inconsapevole sferratogli della persona amata, hanno visto sfiorire l’amore e la fiducia. …non più clienti ma persone alle quali auguro di innamorarsi nuovamente, di una donna, di un uomo, ma soprattutto della loro vita.

Ciao

L’amore nun esiste!
5 (100%) 2 votes