10 cose da sapere sugli investigatori privati

10 cose da sapere sugli investigatori privati

1. Chi è veramente un investigatore privato?

Parlo per chi, come me, ha dedicato una vita a questa professione. L’investigatore privato è un professionista e come tale ha investito il suo tempo per imparare attraverso tante collaborazioni mal pagate, come si investiga; ha studiato diversi testi di diritto e frequenta numerosi corsi di aggiornamento professionale per migliorare il suo operato. (altro…)

Meglio un Agenzia Investigativa o Investigatore privato?

Meglio un Agenzia Investigativa o Investigatore privato?

Chi è l’investigatore privato?

L’investigatore privato è un privato cittadino che grazie alle proprie competenze personali ed intellettuali, gli viene concessa un autorizzazione di polizia, prevista dall’ex art. 134 del T.U.L.P.S. per eseguire indagini in ambito privato, aziendale, commerciale, ed in alcuni casi per la difesa penale.

Per richiedere la licenza necessaria per intraprendere attività investigative è obbligatorio essere in possesso dei requisiti previsti dal D.M. 269/2010, ovvero:

(altro…)

L’amante può essere pedinato? Quanto conta accertare le dinamiche del tradimento?

L’amante può essere pedinato? Quanto conta accertare le dinamiche del tradimento?

Quando un soggetto contrae matrimonio stipula un atto negoziale, quindi un negozio giuridico (e non come in molti pensano un contratto), questi inevitabilmente dovrebbe mettere in conto che, con il passare del tempo ci possa essere la possibilità di un tradimento, oggi giorno non considerare questa eventualità è a mio parere da sprovveduti… di certo non fa bene alla salute è non è saggio vivere nel terrore di essere traditi ma, metterlo in conto aiuta ad assumere consapevolezza e in quando necessario a prendere le giuste decisioni.

Del resto, la giurisprudenza ha ridimensionato la gravità dell’adulterio ribadendo come un normale tradimento non possa di per sé comportare l’addebito della separazione.

Per richiedere l’addebito della separazione il tradimento deve essere sempre e comunque considerato il motivo scatenante della crisi matrimoniale, quindi è necessario dimostrare il nesso di causalità tra il tradimento e la crisi del rapporto di coppia; se l’infedeltà e avvenuta inseguito alla crisi matrimoniale questa verrà considerata dal Giudice come una conseguenza inevitabile della, ormai deteriorata, relazione di coppia.

(altro…)

Quando si configura l’abuso del permesso legge 104?

Quando si configura l’abuso del permesso legge 104?

Quando si configura l’abuso del permesso legge 104? Quando il datore di lavoro può mettere in dubbio il lecito utilizzo del permesso?

Un argomento, quella dell’utilizzo della legge 104, disciplinato per lo più dalle sentenze della Cassazione, che in anni di giurisprudenza ne hanno definito i contorni – in effetti la legge in questione prevede che, dato che il permesso per assentarsi dal posto di lavoro è giustificata dalla malattia del congiunto, le ore di congedo debbano essere utilizzate per assistere il parente stesso.

La confusione si crea perché nella normativa non vi è alcuna precisazione circa le modalità di svolgimento e il numero delle ore da impiegare per l’assistenza.

In buona sostanza, l’abuso del permesso legge 104 si realizza quando, durante la fruizione del congedo, si svolgono prettamente attività diverse a quelle essenziali per l’assistenza del familiare disabile. Con questo non vuol dire che il lavoratore debba necessariamente rimanere con il disabile per 24 ore o che il permesso legge 104 sia fruibile soltanto per scopi di assistenza medica – il lavoratore può intervallare il permesso anche per riposarsi o per compiere azione di vita quotidiana – chiaro è che nel caso in cui le ore di congedo retribuite siano utilizzate esclusivamente per scopi personali o del tutto estranei all’assistenza del congiunto disabile, allora si concretizza un reato.

(altro…)