+39 366 3839069

È un dato di fatto! L’esperienza della quarantena forzata causata dal Covid 19 è stata fatale per molte coppie.
Il lockdown ha fatto emergere vecchie questioni ed incomprensioni e molte persone hanno iniziato ad aprire gli occhi, scoprendo cose sul proprio partner che, nella normalità, non avrebbero mai ravvisato.
Mettiamoci poi il contesto sociale in qui viviamo, l’utilizzo improprio degli innumerevoli social media e le varie “amicizie equivoche” che si creano nella nostra frenetica vita quotidiana… e alla fine della storia, rimanere fedeli è diventato difficile per chiunque.

In questo contesto, cedono le nostre sicurezze e subentra la gelosia che nulla ha a che fare con l’amore, forse è un campanello d’allarme che ci avvisa di un pericolo o di una situazione sentimentale che sta mutando – Comunque vada è un nodo che va sciolto al più presto, prima che la relazione possa subire profonde ripercussioni.

Al fine di offrirti nuovi spunti di riflessione, ho deciso di darti alcuni consigli per distinguere e valutare quali potrebbero essere considerati “indizi di infedeltà e tradimento”.

Presta attenzione ai 6 punti che ti elenco e se riscontri da parte del tuo compagno/a uno o più di questi atteggiamenti, cerca di essere razionale, perché questa non è una formula matematica e quindi, anche in presenza di uno o più comportamenti sospetti, non è detto che lui o lei, ti tradisca; non voglio in alcun modo portare acqua al mio mulino, quindi non allarmarti e prenditi il tempo necessario per approfondire le tue osservazioni, solo allora, se lo riterrai opportuno, potrai chiamarmi al +39.3663839069, la mia consulenza investigativa è da sempre gratuita e se avrai bisogno del mio parere, di un preventivo o più semplicemente di un consiglio, sarò lieto di dartelo.

1- Spegne lo smartphone, non risponde ai tuoi messaggi o alle tue chiamate:

La gestione del cellulare, smartphone o tablet, è ai giorni nostri, il “sospetto regina” per comprendere se il tuo partner ti stia tradendo con un altra persona.
Se, inaspettatamente il tuo compagno/a ha cambiato il PIN del suo device e non te lo ha comunicato, se d’improvviso non si separa mai dal cellulare e lo custodisce morbosamente, se si nasconde per chattare o inviare messaggi, se cancella la cronologia delle proprie conversazioni e dei messaggi, se ha inserito la suoneria del cellulare in modalità silenziosa e lo poggia sul tavolo con lo schermo rivolto verso il piano d’appoggio…forse è il caso di approfondire la questione.
Molte persone credono di poter controllare il proprio compagno/a sottraendogli occasionalmente il cellulare e ispezionando le chat di whatsapp o i contenuti dei vari social; nulla di più sbagliato!
Se il tuo partner sa di essere occasionalmente attenzionato, sicuramente sarà molto più attento nella gestione del proprio smartphone e quotidianamente avrà premura di far sparire i contenuti compromettenti.

2- Cambiamento degli orari o delle abitudini:

Il mutamento improvviso degli orari o delle abitudini del tuo partner, potrebbero nascondere la frequentazione di un’altra persona.
Dai miei trent’anni e più di esperienza professionale, posso confermare che, quando una persona tradisce il proprio compagno/a, ha necessità di più tempo libero per pianificare i propri incontri con l’amante; questo da luogo a continui ed improvvisi cambiamenti di programma, ad orari lavorativi più lunghi, a la necessità di inventare scuse più o meno plausibili per guadagnare tempo (frequentazioni di corsi, cene di lavoro, incontri con amici, ecc..).

3- Ha nuovi interessi e nuove amicizie:

Se il tuo compagno/a ha improvvisamente nuovi hobby o interessi che non rispecchiano la propria personalità, forse è dato dal fatto che, frequentando un altra persona che ha passioni differenti dalle sue, voglia in qualche modo conquistarla, stupirla o assecondarla, coinvolgendosi anch’esso ai suoi stessi interessi, cercando di far meglio e di diventare un punto di riferimento.
Nel corso della mia vita, grazie alla mia professione di investigatore privato Roma, ho visto gente pigra diventare sportiva, persone che odiavano il teatro frequentare corsi di recitazione, soggetti che detestavano il rock divenire fans sfegatati dei Rolling Stones e convinti vegani appassionarsi per la carne cotta al barbecue.
La frequentazione di amicizie che non conosci e che in qualche modo tenta di nasconderti o giustificare come amicizie riservate al solo contesto lavorativo, possono rappresentare un elemento di sospetto importante.
Il fatto di non voler condividere la conoscenza di nuove persone con il proprio partner potrebbe indurre al non volersi dichiarare “impegnati” o in altri casi, a mantenere segrete le amicizie che potrebbero essere riconducibili alla frequentazione della propria amante.

4- Manifesta di punto in bianco particolare cura della propria persona:

Quando il nostro partner presta improvvisamente molta attenzione alla propria forma fisica e alla cura della persona, potrebbe darsi che lo faccia per conquistare o piacere di più a quacun altro.
Non bisogna mai generalizzare altrimenti si rischierebbe di diventare paranoici, ma mettiamo il caso che, il tuo compagno abbia da sempre indossato biancheria intima acquistata al mercatino sotto casa ed improvvisamente compra le mutande di Armani…forse è il caso di insospettirsi.

5- Hai notato delle spese di denaro ingiustificate:

Non c’è niente da fare, l’amante costa!
La relazione con un altra donna/uomo richiede, soprattutto per gli uomini, un esborso maggiore per le loro finanze.
Una relazione extraconiugale può prevedere la frequentazione di numerosi ristoranti, hotel e b&b, l’affitto di un appartamento, l’acquisto di regalie varie o il sostentamento economico dell’amante; tutte spese che difficilmente possono essere giustificate o celate dal proprio stipendio e che lasciano sempre e comunque un indizio importante, specie quando sostenute con carte di credito e bancomat.

6- Calo della libido sessuale:

Gallina che non becca ha già beccato…
Anche in questo caso non bisogna generalizzare, il calo della libido potrebbe (specie negli uomini) essere legato a diverse patologie e non sempre può essere attribuito ad un tradimento, proprio per questo è bene comprendere se ci sia o meno la presenza di altri indizi come quelli che ti ho elencato finora.
L’improvvisa mancanza degli appetiti sessuali o la repentina negazione di atteggiamenti intimi ed affettuosi, potrebbero celare il senso di colpa o il fatto di non essere più innamorati.
PS: I traditori “seriali” non hanno mai sensi di colpa, tutt’al più, possono aver il timore di abbandonare il loro status, di perdere il proprio denaro o di avere beghe con gli avvocati.

L’investigazione come soluzione dei dubbi:

Dopo aver fatto le tue deduzioni, forse avrai capito che il sospetto di un tradimento è fondato e non è frutto di paranoie e gelosia…quindi, adesso cosa fare? In tutta franchezza posso dirti che hai tre strade da percorrere:

  • affrontare il tuo partner a viso aperto affinché confessi il tradimento;
  • Mollarlo senza sbattersi troppo nel tentativo di estorcergli una confessione;
  • Intraprendere un attività investigativa per procurarti le prove del tradimento.

Volutamente ho scartato l’idea che tu possa fare indagini da sola/o, senza affidarti ad un professionista; per me è un pò come se un dentista mi consigliasse di torgliermi una carie da sola/o, iconcepibile! Se ti imbattessi nel “fai da te” rischieresti di sbagliare (perché non è il tuo lavoro) e di complicare la situazione, facendoti scoprire e violando non so quante norme del codice di procedura penale e della privacy.

Oltre al rischio di farti beccare e alle ripercussioni negative che questo avrà sulla tua relazione sentimentale, è un dato di fatto che il tuo compagno negherà sempre le prove che hai raccolto in maniera approssimativa, disconoscendo quel messaggio che hai sottratto in modo illecito nel suo smartphone o quella foto che hai tentato di scattargli con il tuo cellulare, che lo ritrae di spalle in compagnia di una “amica”.

Non per vantarmi, ma le mie indagini, le foto i filmati e l’esatta ricostruzione dei fatti, non lasciano margine di dubbio e sono inconfutabili. Le prove non possono in alcun modo essere screditate perché acquisite in maniera legale con l’utilizzo di strumentazioni tecnologiche d’avanguardia, spendibili (laddove ci fosse necessità) in tribunale.

Ecco cosa devi e non devi fare, prima e dopo il mio intervento:

  • Non improvvisarti detective privato, non è il tuo lavoro e se verrai scoperta/o sarà difficile anche per me, professionista delle investigazioni private, aiutarti;
  • Cerca, per quanto possibile, di calmare le acque e di non affrontare ulteriori discussioni che riguardano il sospetto tradimento. Se vorrai intervenire attraverso un investigazione privata e raccogliere le prove che ti servono, dovrai celare i tuoi sospetti affinché il tuo partner possa muoversi con più libertà e cadere nella rete tessuta dalle nostre attività investigative;
  • Raccogliere le provocazioni non porta mai a nulla di buono. Con molta probabilità, chi tradisce ha un denominatore comune, cioè l’irascibilità e quindi, durante un ipotetico confronto verbale, sarà nervoso e scontroso e sicuramente proverà a girare la frittata facendo ricadere eventuali colpe e responsabilità su di te.
    Per me è un film già visto tante volte, di fronte alle sue colpe, il partner fedifrago negherà sempre ogni suo coinvolgimento e asserirà che sei troppo gelosa/o, che sei matta/o e visionaria/o, incolpandoti con argomentazioni futili;
  • Raccogli con molta discrezione tutti gli indizi che possono servire ad agevolare il mio lavoro. Tieni a mente che, lo screenshot di un messaggio può essere sempre giustificato (con scuse più o meno plausibili) e che, essendo una prova meccanica, in tribunale potrà essere sempre e comunque contestato dall’avocato della controparte;
  • In presenza di un’eventuale confessione dovrai approfittare dell’occasione cercando di registrare le dichiarazioni rese dal tuo partner. Facendo leva sul momento di debolezza emotiva, dovrai cercare di estorcere quante più informazioni possibili che possano ad esempio, determinare la durata della relazione, i luoghi dove viene consumata, in quali occasioni avvengono gli incontri, e molto altro ancora. Queste registrazioni sono valide anche nel procedimento giudiziale della separazione e quando sono supportate da una relazione investigativa, potranno avvalorare la tesi dell’infedeltà coniugale.

Conclusioni e consigli

Quando si avverte il sospetto di un tradimento è necessario raccogliere ed esaminare tutti di gli indizi che possono ricondurre all’inganno. Solamente dopo un’attenta analisi della situazione, si potrà razionalmente valutare se, e quando intervenire, tenendo conto che, a prescindere di quanto la tua relazione sentimentale o sessuale sia molto o poco soddisfacente…tutti possono tradire.

Anche quando un tradimento è stato scoperto, diventa cruciale comprendere e delineare cosa sia realmente accaduto tra il tuo partner e l’amante perché dovrai prendere una decisione importante e capire se perdonare o meno le malefatte subite.
Il tradimento comprende varie sfaccettature e per questo motivo potrebbe essere da te valutato e giudicato in maniera differente, potrebbe esistere una infedeltà sessuale (effusioni sessuale senza alcun coinvolgimento emotivo), una infedeltà sentimentale (effusioni amorose con coinvolgimento emotivo) ed infine un corteggiamento (coinvolgimento emotivo privo di incontri ed effusioni).

Spero di averti dato un piccolo aiuto per affrontare ed interpretare meglio i dubbi circa l’ipotetico tradimento del tuo partner, del resto, da dietro la tastiera del mio PC, più di questo non posso davvero fare. Se hai bisogno di una consulenza investigativa, chiamami al +393663839069, avrò modo di analizzare la fattibilità del tuo caso, darti il mio paerere e se vorrai, proporti un preventivo di spesa per un investigazione privata.

Giuseppe Tiralongo